domenica 4 dicembre 2011

pensieri accartocciati

Stamani mi sono alzata pensando come se stessi scrivendo un racconto dei miei, di quelli che, di solito, non faccio mai finire. Mi dà un po' ai nervi, in effetti, dover mettere la parola fine ad un racconto. Del resto chi dice che una cosa che si racconta deve per forza di cose finire?
Pensavo di "pubblicare" qui, in attesa di un (mega)rimorso di coscienza da parte del mio alter-ego maschile e di 29 anni più grande di me, un racconto lunghetto ma particolare...
Ieri sono stata in giro all'Ikea, dopo aver viaggiato per lungo e largo per la Svezia formato famiglia italiana, provato tutte le sedie, materassi e divani, mi sono intalliata nella scelta di un'orchidea, finendo per tornare a casa senza pianta, ma con un cuscino di piume.
Chiarissimo a tutti gli psichiatri di turno il collegamento tra un cuscino di piume/piumino e un'orchidea. Costo dell'impresa? 15,11€. Si, i prezzi sono aumentati e l'Ikea te lo dice serenamente, pacatamente [cit.] e, aggiungerei anche, con vibrante soddisfazione [cit.] alle casse con una scritta inquietantissima "non abbiamo avuto il tempo di aggiornare i prezzi perché è aumentata l'iva dal 20% al 21% per cui i prezzi ve li maggioriamo alla cassa" è come dire "vi è piaciuto il debito?"...bah...
Finalmente ho capito come accidenti si mettono le foto su twitter (la tecnologia avanza ma io resto ancora alla fermata dell'autobus, anzi della diligenza).
L'ennesima questione calcistica alla radio, tifare è un problema ultimamente.
Fox continua a spiarmi... è mai possibile che per sapere cosa fa lo scorpione continua a descrivere la mia vita? a-ri-bah....

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali