lunedì 18 novembre 2013

galli alla camomilla e chihuahua attaccati agli avambracci

Uscire di casa la mattina è sempre rischioso. Di 'sti tempi, poi.
Tornare a casa, dopo una lunga giornata di liti e chiacchiere improponibili, è praticamente la morte civile. Ma tant'è.
Non riesco mai a capire come gli alberi sopravvivano senza poter mai fuggire a radici estirpate dal cemento, abbattendo la propria chioma a destra e a manca le brutture dei palazzi.
E i titoli che si scelgono, prima dell'ultima lettura del post, sono sempre troppo pretenziosi.
Debite premesse inutili a parte, mi rendo conto di aver visto l'altro giorno, in autobus, un chihuahua attaccato al seno della prosperosa padrona, quasi si volesse nascondere dal mondo esterno. Poi, è bastato che un omone urtasse lievemente la succitata e quella sorta di pulce pelosa con gli occhi a palla e fuori dalle orbite si è trasformato in un demone assatanato. Un mezzo balzo, via dalle generose forme, e in un attimo aveva agguantato il braccio dell'assalitore, addentando la felpa. La scena mi ha ricordato il cane di Tutti pazzi per Mary. Questo era decisamente più verace e in più essendo l'autobus napoletano... in due minuti sembrava di essere di fronte ad un palcoscenico di un'operetta leggera.
Evito i dettagli, sono più penosi che grotteschi, ma se invece di un demone sotto le mentite spoglie di un topo evoluto in cane, ci fosse un pennuto? e magari pure di una taglia adeguata al fastidio generale dei passeggeri?
Ecco, per chi ha frequentato il giudice di pace di napoli, sa bene che c'è un gallo cedrone, antipatico come pochi ed aggressivo come tutti i frequentatori dei giudici di pace, proprio all'angolo della strada. Quel gallo, che gira intorno alla strada, chiaramente sua, come un guappo di cartone con le piume tra il verde bosco e il metalizzato/cromato, quando è sulla sella del motorino del padrone, sentendosi ancora più alto, dà il meglio di sé. Ecco il chihuahua gli somigliava fortemente.
Così, mentre quel demone in dieci centimetri di animale si dimenava, io pensavo: e se ci fosse quel gallo?finiremmo tutti sul tettuccio dell'autobus....

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali